dottor LemmeLa Dieta Lemme è una dieta dimagrante ideata dal farmacista e giornalista Alberico Lemme. In questo articolo troverai spiegazioni su questo regime alimentare nonché alcuni esempi di dieta Lemme completa.

Ha raggiunto la notorietà dopo essere stata seguita da Flavio Briatore, che ha ammesso di aver perso 17 kg grazie al piano pensato dal farmacista. In seguito, Lemme è stato più volte invitato da Barbara D’Urso a Pomeriggio 5, per fornire il suo contributo in campo alimentare, attirando l’attenzione dei media e di tutti coloro che desiderano perdere peso.

Metodo Lemme: funziona davvero?

La Dieta Lemme segue un regime alimentare molto discusso: alcuni lo reputano rapido ed efficace, altri lo criticano aspramente e lo considerano addirittura pericoloso per la salute. Le opinioni sulla Dieta Lemme sono molto contrastanti, anche se le testimonianze positive di chi l’ha seguita (come il già citato Flavio Briatore di cui potete vedere un prima e dopo) sono un dato di fatto.

dieta Lemme Briatore

Come ogni altro tipo di dieta, anche il piano dietetico messo a punto dal Dottor Lemme non è adatto a tutti e può dare maggiori risultati ad alcuni soggetti rispetto ad altri. Considerate le opinioni contrastanti sulla Dieta Lemme, è assolutamente consigliato contattare un medico prima di seguirla.

Su cosa si basa?

La Dieta Lemme segue un regime che rifiuta assolutamente il calcolo delle calorie dei cibi. Si basa prevalentemente sull’assunzione di alimenti proteici (carne e pesce) e su pasti accompagnati sempre dal caffè nella sua prima fase dimagrante, bevanda che viene invece eliminata nella sua seconda fase, quella di mantenimento.

Il farmacista Lemme ha ammesso più volte che non è necessario accompagnare questo tipo di dieta con l’attività fisica; ciò è dovuto al fatto che i kg vengono persi in maniera relativamente rapida seguendo il regime alimentare proposto nella prima fase.

Dieta Lemme completa

Come abbiamo scritto più sopra, la Dieta Lemme si divide in due fasi:

  1. Fase 1: prevede tre pasti al giorno (colazione, pranzo e cena), accompagnati sempre dal caffè e composti da alimenti quali la carne, il pesce, alcune tipologie di verdure e la pasta. Questa prima fase è quella che consente al soggetto di perdere peso.
  2. Fase 2: prevede sempre tre pasti al giorno (colazione, pranzo e cena), ma questa volta non accompagnati da caffè e composti anche dai latticini, dai cereali, dalla frutta, dai legumi e da altri tipi di carboidrati. Questa seconda fase è quella che permette di mantenere i risultati ottenuti nella prima fase.

Ecco la Dieta Lemme completa nella sua prima fase:

1° e 2° giorno:
COLAZIONE: una fetta di tacchino + caffè
PRANZO: un filetto di manzo + caffè
CENA: una fetta di pesce spada + caffè

3° e 4° giorno:
COLAZIONE: un piatto di pasta con olio e peperoncino + caffè
PRANZO: un petto di pollo + caffè
CENA: una sogliola + caffè

5° e 6° giorno:
COLAZIONE: dei carciofi + caffè
PRANZO: una bistecca fiorentina + caffè
CENA: un’orata + caffè

7° e 8° giorno:
COLAZIONE: un piatto di pasta olio e peperoncino + caffè
PRANZO: un petto di pollo + caffè
CENA: una sogliola + caffè

Dieta Lemme menù nella seconda fase:

COLAZIONE:

  • Yogurt + crusca + mela verde
  • Yogurt + mirtilli + fragole + avocado + more + ribes + pompelmo giallo + limone
  • Pane senza sale + olio
  • Pasta (vedi pranzo)

PRANZO:

  • Pasta e melanzane
  • Spaghetti burro, salvia e noci
  • Spaghetti alla carbonara, con carne trita al posto della pancetta
  • Fettuccine all’uovo con panna e funghiPasta e ceci

CENA:

  • Per tre sere a settimana carne + contorno
  • Due sere a settimana pesce + contorno (evitare polpi, seppie e molluschi)
  • Una sera frittata + contorno
  • Una sera solo contorno

La Dieta Lemme segue un regime alimentare molto rigido, che tuttavia ammette alcune variazioni, a seconda delle preferenze del soggetto. Al posto degli alimenti inseriti nella prima fase della dieta (quella che consente il dimagrimento), ogni tanto si può variare includendo il filetto di vitello, la coscia di pollo, il galletto amburghese, il branzino o il pesce spada a pranzo e/o a cena. Per quanto riguarda la pasta, che si trova esclusivamente nella colazione del terzo, del quarto, del settimo e dell’ottavo giorno, oltre che cucinarla con l’olio e con il peperoncino, su può preparare con il tonno, con il limone, con le noci e con la rucola.

Di seguito una pratica tabella che riassume i principali alimenti di cui è consentito il consumo:

Tipologia di alimentiCibi concessi
Cereali e derivatiPasta, crusca, farro, orzo, frumento, riso, miglio, grano saraceno, seitan
VerdurePrezzemolo, aglio, salvia, rosmarino, basilico, timo, cipolla, carciofi, spinaci, funghi, asparagi, melanzane, broccoli, cavoli, patate, peperoni, quinoa, alghe
Legumi e derivatiCeci, fagioli, fave, soia, lenticchie, piselli, tempeh, tofu
FruttaAgrumi, mele, mirtilli, fragole, avocado, more, ribes
Frutta seccaNoci, mandorle, arachidi, pistacchi, nocciole, pinoli, anacardi
LatticiniYogurt
Uova e derivatiTutti i tipi
PesceTutti i tipi
CarneTutti i tipi
BevandeAcqua, tè, caffè e bevande gassate purché non zuccherate.
SpeziePeperoncino, pepe
OliOlio extravergine di oliva

Alcune variazioni sono previste in casi di allergie o, come vedremo tra poco, nel caso si seguano regimi alimentari particolari.

La Dieta Lemme vegetariana

Il metodo Lemme può essere anche di tipo vegetariano o vegano per chi segue regimi alimentari che escludono l’assunzione degli alimenti di origine animale. Per sostituire le proteine fornite da carne e pesce ci sono diversi alimenti ricchi di proteine vegetali, che consentono di raggiungere ugualmente il corretto fabbisogno giornaliero. In questa variante, la dieta prevederà un elevato apporto di legumi, frutta secca e verdure, come spinaci, carciofi, asparagi, funghi e cipolle.

Dieta Lemme: tutti i vantaggi del regime alimentare

Più che una semplice dieta, quella di Alberico Lemme è proprio una filosofia alimentare, da seguire con costanza, evitando gli sgarri. Quando viene chiesto ad Alberico Lemme quali siano gli svantaggi della sua dieta, il farmacista risponde che non ce ne sono. La Dieta Lemme, infatti, consentirebbe di ottenere tutta una serie di benefici per la salute e per il benessere del corpo.

Ecco tutti i vantaggi della Dieta del dott Lemme:

  • Perdita di chili in eccesso
  • Miglioramento del tono muscolare
  • Diminuzione della circonferenza
  • Regolarizzazione della pressione sanguigna
  • Regolarizzazione dell’intestino
  • Regolarizzazione del sonno
  • Miglioramento dei valori del sangue
  • Aumento dell’energia
  • Senso di benessere psicofisico
  • Mantenimento dell’elasticità della pelle

Una delle pretese della Dieta Lemme è quella di consentire la perdita dei chili in eccesso, migliorando allo stesso tempo il tono muscolare. Secondo studi scientifici, sembrerebbe impossibile migliorare il tono muscolare senza una regolare attività fisica: la Dieta Lemme costituisce, infatti, un’eccezione secondo il suo ideatore. Stesso discorso vale per la pelle, che di solito dovrebbe perdere la sua elasticità a seguito di drastici dimagrimenti: la Dieta Lemme consentirebbe anche il suo mantenimento.

Altri vantaggi della Dieta Lemme sono la diminuzione della circonferenza della pancia, delle braccia, delle cosce e delle gambe, tutte zone dove le adiposità tendono a localizzarsi; la regolarizzazione del sonno (dormire negli orari giusti, più a lungo e senza interruzioni), dell’intestino (niente mal di pancia improvvisi, feci troppo liquide, troppo dure, troppo scure o troppo chiare, e regolarizzazione del numero delle evacuazioni quotidiane) e della pressione sanguigna.

La Dieta Lemme completa promette anche un aumento dell’energia, che limita l’affaticamento e la sonnolenza, e migliora la capacità di concentrazione. Inoltre, il farmacista Lemme sostiene che il suo regime alimentare migliori i valori delle analisi del sangue, rendendoli corretti. A suo dire, il senso di benessere psicofisico provocato dalla Dieta Lemme è una diretta conseguenza di tutti questi benefici.

Ribadiamo in ogni caso di evitare il fai da te e sentire il consiglio del proprio medico prima di intraprendere qualsiasi piano dietetico.