Diete Facili > Malattie > Caviglie Gonfie: i Migliori Rimedi

Caviglie Gonfie: i Migliori Rimedi


25577942_caviglie-gonfie-cause-2Il caldo, problemi di circolazione, una cattiva alimentazione, lo stare in piedi per troppe ore, sono tutti possibili colpevoli di rendere gonfie le nostre caviglie. Cosa fare in questi casi? Sono diversi i rimedi da adottare per contrastare il gonfiore delle caviglie. Scopriamo insieme quali sono i più efficaci.

Innanzitutto, per combattere il gonfiore alle caviglie è necessario rivedere le proprie abitudini alimentari. Il gonfiore può infatti essere provocato da problemi di ritenzione idrica, pertanto è utile eliminare quei cibi che invece la favoriscono, come tutti i prodotti ricchi di sale, i formaggi, i salumi. Mentre bisogna prediligere alcune varietà di frutta cheaiutano la circolazione, quali fragole, kiwi, mirtilli, ribes ed agrumi. Sono utili anche le tisane, che possono essere valide alleate per stimolare opportunamente la circolazione. Le migliori sono quelle a base di finocchio, timo, menta e mirtillo.

Link Sponsorizzati

Un’altra buona soluzione è rappresentata dall’infuso di foglie di nocciolo. Non vi spaventate, non è introvabile ma reperibile facilmente in erboristeria. Il consiglio è di consumarlo sia al mattino, appena sveglie, che la sera, prima di andare a dormire. Per combattere il gonfiore si può anche ricorrere ai massaggi. Si può usare un olio come quello di mandorle e poi semplicemente bisogna effettuare movimenti circolari con le mani. Sicuramente si avvertirà una gradevole sensazione di sollievo. E perché non provare gli impacchi? E’ stata ampiamente provata la loro validità in caso di caviglie gonfie.

I migliori sono gli impacchi al tè verde e quelli all’aceto. Basta dilure l’acqua sia con il tè che con l’aceto, chiaramente a seconda delle preferenze, e fare filtrare. Poi l’impacco va applicato attraverso delle garze di cotone. L’ideale è fare gli impacchi di sera e lasciarli agire almeno una quindicina di minuti. Infine, ricordate di indossare scarpe comode e di evitare di stare troppo tempo in piedi nella stessa posizione. Mentre è bene concedersi una passeggiata a fine giornata.

Fonte immagine: http://www.liquida.it/linfedema/


Pubblicato in Malattie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*